La mia Trasversale Sicula, 3a tappa

09.06.2020

1. Vista mattutina del lago Garcia
1. Vista mattutina del lago Garcia
Terza tappa, da Poggioreale a Contessa Entellina. La serata di ieri si é conclusa con un frenetico scambio di biglietti e depliants di simpatici personaggi che cercavano in tutti i modi di pubblicizzare la propria attivitá. Cosí ho conosciuto Giacinto Musso presidente dell'ass.cult. "Poggioreale Antica" che organizza dei tour alle rovine della vecchia cittá e che lotta per preservare questo enorme museo a cielo aperto dall'incuria del tempo, dall'avanzare della natura e (cosa abbastanza curiosa) dalle esercitazioni di pompieri e protezione civile che a quanto pare hanno scelto questo luogo per sperimentare i propri uomini e mezzi (causando, a detta del Musso, uno spostamento delle macerie dal loro luogo originario). Discorso a parte é da dedicare a Daniele lo "spiritoso" proprietario del Bar degli Archi. A prescindere dai corposi aperitivi completi di verdure fritte in pastella, Daniele si é presentato esattamente cosí come lo ricordavo nell'ultima (e unica) volta in cui ero stato nel suo bar, e cioé offrendomi limoncello e sambuca come se piovesse. Rinfrancato da una notte abbastanza alcolica passata su un materasso dell'esercito italiano, probabile residuo del terremoto di piú di 50 anni fa, mi sono svegliato alle 5 del mattino e dopo un caffé al bar, mi sono messo in cammino di buona lena. Si attraversa il fiume Belíce Destro, che a queste latitudini pare separare geograficamente le provincie di Trapani e Palermo e si sale su un'incantevole vecchia trazzera dalla pavimentazione pietrosa che sembra quasi una calzata romana. Si sale per piú di 600 metri e gli scenari che regala l'aria tersa del mattino sono irripetibili. Dall'alto ed in lontananza si vede il lago Garcia (fig 1), poco piú di un normale invaso d'acqua ma chissá perché il mio sguardo é stato sempre attratto da fiumi e laghi. Sará forse per quell'atavica penuria d'acqua (dolce) che c'é nella terra da cui provengo? Chissá!
Proseguendo il cammino mi é capitato di vedere uno scarabeo a pancia in aria che con tutte le difficoltá del caso, tentava inutilmente di salvarsi. É stato semplice aiutarlo con il bastone e rimettere le sue zampette per terra. Un'infantile senso da benefattore mi ha pervaso per alcuni attimi, almeno finché non mi sono reso conto dell'enorme quantitá di piccoli insetti che avró sterminato con il mio passo pellegrino. Sono stato al tempo stesso un'enorme “botta di culo” per lo scarabeo e una piaga distruttrice per formiche, mosche, lumache e quell'infinitá di piccoli millepiedi simpatici (quelli che assomigliano ai vecchi pulmini delle suore per capirci) che attraversano incessantemente la strada come se avessero un appuntamento importante sull'altra sponda. Questa piccola esperienza mi ha fatto venire in mente l'effetto che il Corona virus sta avendo su noi esseri umani. Gli attribuiamo il ruolo di acerrimo nemico, lo pensiamo cattivo e per questo gli facciamo la lotta, siamo in guerra, lo odiamo come poco altro nella vita. Ma forse siamo solo piccoli insetti schiacciati dalla passeggiata di un insetto ancora piú piccolo. Ma torniamo al cammino!
Salendo tra sentieri e trazzere si arriva letteralmente in un altro mondo. In Albania ad essere precisi. Da Piana dei Cavalieri (fig. 2) comicia il territorio Arbereshe (albanese appunto) di cui Contessa Entellina (fig. 3) é una delle sue capitali piú importanti con la sue tradizioni poliche, religiose oltre che linguistiche e culturali (fig. 4). Questo é confermato dall'imbarazzo della signora a cui chiedo appena entrato in paese "mi scusi, mi potrebbe indicare la chiesa principale del paese?" (domanda che faccio spesso non per motivi religiosi o culturali ma semplicemente perché solitamente vicino la chiesa principale c'é sempre un bar aperto). La sua risposta non poteva che essere "importante per chi...rito latino o rito greco?".
 
Ma adesso devo salutarvi perché é appena arrivato un signore che richiede tutta la mia attenzione. Se volete scoprire per quale motivo non vi resta che guardare l'ultima foto (fig. 5).
Alla prossima.
2. Territorio Arbereshe
2. Territorio Arbereshe
3. Alle porte di Contessa Entellina
3. Alle porte di Contessa Entellina
4. Chiesa della SS. Annunziata e San Nicoló
4. Chiesa della SS. Annunziata e San Nicoló
5. Distrazioni pellegrine
5. Distrazioni pellegrine