— Il Cammino di Santiago

Un viaggio a piedi tra corpo e psiche

Il contatto con l'ambiente

— Natura —

Ci muoveremo dentro paesaggi unici 

Ritornare a sentire

— Corpo —

Impareremo ad ascoltare i messaggi del nostro corpo

L'equilibrio interiore

— Psiche —

Riscopriremo la fiducia in noi stessi

Spagna 11 giorni


quota di partecipazione

500€


Per info e partecipazione non esitare a contattarci


Le Tappe

Il cammino scelto è il così detto "Cammino del nord" che per le sue caratteristiche geografiche, storiche e naturalistiche ben si presta per la nostra avventura. Il cammino del nord nella sua versione integrale, è lungo circa 800 km, ma avendo  10 giorni a disposizione e non potendolo affrontare per intero, cominceremo il nostro cammino da Ribadeo, punto d'inizio del Cammino del Nord entrando in Galizia che dista circa 200 km da Santiago.

1° Ribadeo - Vilela (6km - 1,5 ore)

Ribadeo sarà il nostro punto di incontro. Una volta riunito il gruppo ci muoveremo per una piccola tappa di avvicinamento (circa 6 km) da Ribadeo a Vilela dove passeremo la prima notte. 

2° Vilela- Lourenzà (21,7km - 4-5 ore)

Lasciato il piccolo villaggio, un tratto relativamente pianeggiante porta a O Esfolado, da dove inizia una salita che ci porta a Villamartin Pequeño. Villamartin Grande si può vedere dalla Pequeña, visto che si trova aldilà di una piccola valle che è attraversata da una strada che unisce le due borgate. Una discesa di tre km circa di lunghezza ci porta a Gondan. In San Xusto, un paio di km dopo Gondan , c'è bar ristorante "la curva" dove poter ristorarci. Attraverso un cammino molto ben segnalato, prima in salita e poi in discesa, passando attraverso O Corveiro, si entra Lourenzá.

3° Lourenzà - Gontàn (25km - 5-6 ore) 

Attraversiamo il paesello, e la fine della strada, giriamo a destra su una collina molto ripida per raggiungere il cimitero e poi al piccolo nucleo di Arroxo . In questa popolazione, siamo obbligati a prendere la N-634 fino a Grove. Il cammino abbandona l'asfalto e ci premia con un comodo tratto alberato fino a San Pedro da Torre . Passiamo in salita accanto alla cappella per poi scendere a Mondoñedo , importante città cresciuta intorno alla cattedrale, dove poter fare il primo coffe-break della giornata. Attraverso una stradina locale appena trafficata, giungiamo dopo circa 8-10 km di salita a Lousada, paesello tipico per l'agricoltura e l'allevamento e per i suoi granai tipici e tetti in ardesia (horreos), superato il quale lasciamo la strada svoltando a sinistra e ci addentriamo in una sentiero che conduce all'eremo di Monte San Cosme da Montaña. All'altezza cappella, giriamo a sinistra e poco dopo attraversiamo con cautela la N-634. Da questo punto si prosegue per altri sentieri, in parte su strada sterrata in parte asfaltata fino ad arrivare a Gontàn.

4° Gontàn - Vilalba (21,6 - 4-5 ore)

Questa tappa è breve e pianeggiante, quindi si tratta di un percorso facile e che può farci recuperare le fatiche del giorno precedente. Si supera Abadín e si prende a destra una pista all'uscita della città. Il primo ponte da attraversare supererà il fiume Abadín, più tardi e dopo aver attraversato Martiñan, attraverseremo il fiume Batan sul bellissimo "Ponte Vella Martiñan." Il posto ha un fascino speciale e invita i pellegrini fare una pausa, approfittando dello scenario e del delizioso rumore delle acque del fiume. La strada corre diritta, e quasi sempre molto vicina e parallela alla strada statale 634, che attraversa più volte durante il giorno. L'albergue di Vilalba si trova prima di raggiungere questa popolazione a circa 2 km dal centro, poco prima di raggiungere i primi edifici paese, incontreremo un piccolo poligono industriale e dei servizi della Croce Rossa. Ed è giusto al lato di questa istituzione che s'incontrai il magnifico e ben tenuto Albergue di Vilalba. Questa è la "capitale" della Terra Chá (Tierra Llana), dominata dalla Torre dei Conti di Andrade, che oggi ospita il Parador nazionale di Vilalba. Molto vicino alla torre si trova un acero bianco albero denominato Pravia.

5° Vilalba - Baamonde (21km - 4-5-ore) 

Anche in questo caso si tratta di una tappa agevole. Forse il profilo è più accidentato della tappa anteriore, soprattutto nella prima parte parte, fino a raggiungere a "A Torre", da quel punto il percorso si snoda tra pianure e discese dolci. Superato il ponte Rodriguez, la strada principale diventa un riferimento forte più che mai, visto che viene attraversata più volte prima di raggiungere Ferreira, una città che è a più di otto chilometri da A Torre. Il cammino prosegue alla stessa maniera fino a quando giungiamo alla città di Baamonde, obiettivo della nostra giornata.

6° Baamonde - Miraz (17 km - 4 ore)

Il primo segmento, che si conclude nel luogo emblematico di San Alberte, è una piacevole passeggiata sulla antica N-IV. Si segue per poco più di 3 km fino ad arrivare a una rotonda da dove sale un sentiero a sinistra che attraversa i binari della ferrovia e un ponte sul fiume Parga. Ad un centinaio di metri di distanza, nascosta nel bosco, troviamo la chiesa di San Alberte. Costeggiamo la fonte che è a piedi dell'abside e proseguiamo dritto su una ripida salita fino a giungere ad piccolo altopiano. Da lì incroceremo tante biforcazioni, ma il cammino (ben segnalato), indica che si deve sempre andare dritto sul sentiero principale. Dopo aver percorso un chilometro e mezzo raggiungiamo un strada ed un incrocio, giriamo a sinistra e 800 metri più in là incontriamo uno Stop, andiamo dritto e un km e mezzo più in là entriamo a Santa Leocadia. Poco prima di raggiungere le ultime case di Santa Leocadia, un cartello sulla sinistra ci mostra la via da seguire. Ben presto passando da El Camino, Aldar, Seixón e Laguna il cammino ci conduce a Miraz.

7° Miraz - Sobrado dos Monxes (23 km - 4.5 ore)

Si esce da Miraz su strada asfaltata, ma ben presto si imbocca un sentiero a sinistra, che ci porta ad una fattoria; dopo aver percorso circa 2 km, seguiamo la recinzione lasciandoci il muro a sinistra, fino a quando, percorso circa 100 metri, incontriamo un bivio che imbocchiamo a destra. Si prosegue in salita fino a Braña, e 2 km più in là, in cima, svoltiamo a destra in una strada poderale in direzione di una fattoria .Alternando asfalto e sentiero (comunque ben marcati) arriviamo fino a Roxica, per poi arrivare alla Marcela. Seguiamo per 1 km fino ad attraversare un piccolo ruscello. Dopo di che girare a destra e ben presto si entra nel villaggio di Corteporcos. Seguendo una strada che attraversa un bosco, giungiamo alla strada LU/AC-934. Seguiamo questa strada per circa 5 km, e dopo aver superato le città di Marco Das Pias e Vilariño, giungiamo a Mesòn. Restano quasi 6 km per raggiungere Sobrado. A Meson lasciamo la strada svoltando a destra e giungiamo a Esgueva e Muradelo. La maggior parte di questa ultima parte è in discesa. Alternando strade e sentieri ci avviciniamo al delizioso lago di Sobrado che costeggia la strada, preludio alla popolazione che ospita uno dei monasteri più emblematici della Galizia.

8° Sobrado  - Arzùa (22,4km - 4-5 ore)

Questa è l'ultima tappa del cammino del nord (ma non del nostro cammino) visto che per giungere a Santiago, da Arzùa, il cammino si fonde con quello "Francese". Si lascia Sobrado percorrendo la AC-232 in direzione Castro, che si raggiunge dopo aver percorso 4 km per lo più lungo l'asfalto. Usciamo da Castro in direzione di Bodelos e Corredoiras e Boimil e Boimorto, paeselli separati l'uno dall'altro soltanto da pochi passi. Proseguendo per Sendelle e poi per Arzùa non si incontrano notevoli difficoltà a parte una leggera salita negli ultimi 2 km della tappa.

9° Arzùa - Predrouzo (19km - 4 ore)

Per raggiungere Salceda, che è il primo paese che si incontra con tutti i servizi, dobbiamo percorrere 11 km passando prima dal villaggio di Pegontuño, a questo punto si attraversa la N-547 mediante un tunnel sotto la carreggiata. A partire da Salceda, la strada è il nostro riferimento principale, che ci conduce ai villaggi di Rua e Pedrouzo, dove troveremo il rifugio "Arca", che prende il nome della parrocchia omonima.

10° Pedrouzo - Santiago (20 km -  4-5 ore)

Il cammino che prosegue dal rifugio di Arca, ci costringe a tornare lievemente indietro fino alla stazione di benzina o continuare sulla strada che va al villaggio di St. Anton. In entrambi i casi il cammino è ben segnalato. Attraverso boschi di eucalipti, passiamo i paesi di San Paio Cimadevilla e Labacolla, paese quest'ultimo che da il nome all'aeroporto di Santiago (che è molto vicino). Altri sei chilometri di salita, che attraversano la cittadina di San Marcos, sono ciò che rimane per raggiungere il Monte do Gozo che non molto bello, dal momento che siamo obbligati a camminare su asfalto ma dentro di noi si fa avanti la certezza che presto vedremo le guglie della Cattedrale di Santiago.


Cos'è?

Si tratta di un viaggio a piedi "assistito" lungo il cammino di Santiago. Un percorso della durata di 11 giorni, sugli antichi sentieri spagnoli, che attraversa montagne, boschi, valli e piccole borgate medievali per approdare dentro se stessi.

Come?

Semplicemente camminando con il proprio zaino in spalla. Si affronteranno delle tappe giornaliere di alcuni chilometri (da soli o in piccoli gruppi di max 10 persone) che termineranno nei così detti "albergues de peregrinos" ossia una sorta di ricoveri/ostelli comunitari in cui poter trovare ricovero.

Chi è "l'assistente"?

E' uno psicologo (di formazione umanistica) con una lunga esperienza di viaggi a piedi. L'assistente metterà a disposizione del gruppo e del singolo, le proprie conoscenze di viaggiatore, l'ottima conoscenza dello spagnolo e soprattutto le proprie competenze in campo psicologico, con l'obiettivo di stimolare a vivere con maggiore consapevolezza questo viaggio meraviglioso che pervade il corpo e la psiche con una potenza rigeneratrice. Darà quindi tutta una serie di informazioni pratiche necessarie per affrontare il viaggio e giornalmente, a fine tappa, agevolerà un gruppo di discussione affrontando e proponendo le tematiche che di volta in volta emergono nel cammino.

Quali sono gli obiettivi?

  • Affrontare la paura della propria libertà.
  • Amplificare la capacità di conoscenza delle cose.
  • Apprendere a vivere nel qui ed ora.
  • Agevolare il percorso di individuazione (interrogarsi su di sé, sul rapporto con la natura e con gli altri).
  • Aumentare la capacità d'azione nel reale (autoefficacia percepita).
  • Migliorare la propria capacità di adattamento .
  • Imparare ad ascoltare e rispettare le proprie emozioni e sensazioni corporee (migliorare la propria percezione emotiva e corporea).

Devo essere uno sportivo allenato?

Niente affatto! E' necessario avere voglia di camminare ma soprattutto disponibilità ad incontrare l'altro, ad accogliere le differenze ed accettare i piccoli disagi di una esperienza vissuta con tutto il corpo e che è rivolta al nuovo ed all'inaspettato.

Quanto costa?

ll costo di iscrizione è di 500€. Comprende l'assistenza e la guida dello psicologo nell'organizzazione del viaggio e sui sentieri del cammino. Ognuno dei partecipanti, inoltre, si assumerà direttamente l'onere delle spese del volo da e per la Spagna, nonché di quelle personali per il vitto e per l'alloggio. A tale scopo verrà istituita in loco una cassa comune di 300€ cadauno. In base alle esigenze del momento, l'importo potrà variare ma in ogni caso verrà restituita la differenza non utilizzata. 

Quando?

Il cammino vero e proprio durerà 10 giorni, ma il viaggio complessivamente (compresi i giorni di spostamento da e per la Spagna) durerà 11 giorni.

Prossime partenze disponibili

5 Marzo - 15 Marzo 2021

Prima della partenza saranno organizzati alcuni incontri preliminari organizzativi on-line. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di 4 partecipanti. Nel caso non si dovesse raggiungere tale numero minimo, la quota versata sarà interamente rimborsata.

Come arrivare

Contattaci e ti daremo tutto il supporto necessario per organizzare la tua partenza. 

Gli aeroporti di riferimento sono A Coruña e Santiago de Compostela.

Voli diretti e con scalo con compagnie aeree low cost e di linea dai principali aeroporti italiani.
Dall'aeroporto di A Coruña a Ribadeo

  • bus della compagnia Alsa, durata ca. 3 ore e 10 minuti

Dall'aeroporto di Santiago de Compostela a Ribadeo

  • treno della Empresa Freire con un cambio fino a Lugo, durata ca. 2 ore e 20 minuti + bus della compagnia Alsa da Lugo a Ribadeo, durata ca. 1 ora e 30 minuti

oppure

  • bus fino all'autostazione di Santiago e Bus fino a Ribadeo

Rientro

L'aeroporto di riferimento per il rientro è Santiago de Compostela.
Voli diretti e con scalo con compagnie aeree di linea e low cost dai principali aeroporti italiani.

La vita dura di più quando cammini. Camminare dilata ogni attimo.

Erling Kagge, Camminare.